Passa ai contenuti principali

Yes: arriva in Italia la leggenda del rock progressive britannico

YesLa formazione dal vivo comprenderà, oltre agli storici Stewe Howe alla chitarra, il bassista Chris Squire e Alan White alla batteria, i nuovi acquisti Oliver Wakeman alle tastiere e Benoit David alla voce.

Dal vivo in Italia a Novembre
2 NOVEMBRE - VICENZA - TEATRO COMUNALE
4 NOVEMBRE - ROMA - TEATRO TENDA STRISCE
6 NOVEMBRE - MILANO - TEATRO ARCIMBOLDI


Gli YES, arriveranno in Italia a Novembre per tre imperdibili concerti – organizzati da Virus Concerti, in collaborazione con Blu Sky Promotion - perfetti per gli appassionati della musica senza tempo. Il 2 novembre la band di Steve Howe sarà a Vicenza, al Teatro Comunale, il 4 novembre a Roma, al Teatro Tenda Strisce e il 6 novembre a Milano, al Teatro Arcimboldi. Dopo sei fantastiche date a novembre in Inghilterra fra Birmingham e Bristol, arriveranno in Italia sull’onda del nome diventato sinonimo di qualità sin dagli esordi, acclamati dai numerosi fan che accorreranno all’evento.

Quarant’anni di carriera e non sentirli per niente. Gli Yes ridefinirono i confini del rock da quando nel 1968 (anno importante per la storia del Rock e del Mondo) Chris Squire e Jon Anderson misero assieme i loro interessi comuni nelle armonie vocali e nelle strutture classiche delle canzoni. Con il batterista Bill Bruford, il chitarrista Peter Banks e il tastierista Tony Kaye, presero il nome di Yes e divennero presto band residente al famosissimo The Marquee Club di Londra, dividendo le serate con artisti del calibro di Jimi Hendrix e Pink Floyd . Nel Luglio del 1969 pubblicarono l’omonino album d’esordio “Yes”.

Il chitarrista Steve Howe diede tutto il suo imprinting sperimentale al sound degli Yes da quando, nel 1970, lasciò altri gruppi progressive molto popolari come gli Asia o i GTR per dedicarsi anima e corpo al progetto e pubblicare l’anno successivo “The Yes Album”, capolavoro riconosciuto del rock. Inoltre, a dimostrazione delle grandi qualità dei musicisti che compongono gli Yes, nel 1972 Alan White entrò in pianta stabile nella band dopo che fu scelto da John Lennon per le parti di batteria dell’album “Imagine” e da George Harrison per la sua “All Things Must Pass”.

Gli Yes divennero una forza dominante del rock mondiale per più di quattro decadi, vendendo nel mondo più di trenta milioni di dischi e allargando i confini del rock progressivo e art con le loro dinamiche di contrasto fra gli strumenti e i loro testi, astratti e poetici. Il loro uso sinfonico del suono fece scuola in quegli anni (“Live at Opera” dei Queen deve molto al lavoro sperimentale degli Yes), rendendoli uno dei gruppi più longevi della storia, con un grande seguito anche fra le giovani schiere di rocker mondiali.

Info: Virus Concerti

Commenti

Post popolari in questo blog

Showcase dei Sonohra nei maggiori store d'Italia

I Sonohra, il duo formato dai fratelli veronesi Luca e Diego Fainello (entrambi chitarra acustica e voce), continuano a mietere successi. Dopo essersi aggiudicati con il brano "L'amore" la vittoria nella categoria giovani della 58ma edizione del Festival di Sanremo, il loro album d'esordio "Liberi da sempre" (pubblicato il 29 febbraio da SonyBMG) risale nella classifica FIMI-Nielsen al 6° posto dopo Jovanotti, Winehouse, Pooh, Nannini e Cammariere risultando l'album più venduto tra i giovani che hanno partecipato al festival e il secondo album più venduto (dopo Cammariere) tra gli artisti "sanremesi". Sale anche il singolo "L'amore" al 13° posto della classifica ufficiale dei singoli più scaricati.

Luca e Diego saranno protagonisti di un tour che li porterà negli store delle maggiori città italiane dove suoneranno dal vivo alcuni brani del loro album di debutto. Tutti gli iscritti alla newsletter dei Sonohra attraverso il sito leg…

Luvi De André ha classe da vendere

Guarda - Intervista di Fabio Fazio (RAI3)

Luvi De André, la figlia di Fabrizio De André, debutta al 28 posto della classifica di vendita con il primo album "Io non sono innocente" accolto con successo dalla critica e dal pubblico.

Ecco cosa ne pensa la critica:

"Una forte personalità interpretativa, una grinta notevole", Mario Luzzato Fegiz, Il Corriere della Sera.
"Ha classe da vendere", Flavio Brighenti, XL.
"Un debutto dalla sincerità feroce....le sfumature e i colori di un lavoro d'autore", Marco Mangiarotti, QN.
"Questo è solo l'inizio di strada davanti Luvi ne ha parecchia", Gigi Vesigna, Famiglia Cristiana.
"Papà sarebbe contento", Massimo Gatto, L'Avvenire.
"Atmosfere sospese, contrasti tra strappi e carezze, rabbia e dolcezza, senso dell'attesa, paura e desiderio di realizzare i sogni", Paola Maraone, Marie Claire.
"Voce forte sicura e drammatica", Marinella Venegoni, La Stampa.
"Una ra…

David Guetta: Gettin’ over you, il video su youtube

In anteprima da oggi su youtube il video del nuovo brano
“Gettin’ over you”
con Chris Willis feat. Fergie (Black Eyed Peas) e LMFAO
il 28 maggio ospite con Chris Willis ai WIND MUSIC AWARDS
live il 28 maggio a MILAno e il 29 maggio a ROMA
il 25 maggio esce “ONE LOVE – new version” (con il nuovo singolo)


David Guetta ha già pronto quello che si appresta ad essere il nuovo tormentone dell’estate: “Gettin’ over you”, il brano che vede la collaborazione del cantante americano Chris Willis, della frontwoman dei Black Eyed Peas Fergie e del duo hip hop LMFAO. Il brano verrà inserito nella nuova versione di “One Love” album di Guetta che su iTunes, dove è già disponibile, è nella Top Ten degli album più venduti in Italia.

Da oggi su youtube la premiere del video del brano che vede accanto al produttore ed artista internazionale David Guetta, a Chris Willis, a Fergie e LMFAO un cast di “party people” che ha entusiasmato il set del video a Los Angeles! Il video del brano è visibile su http://www.yout…