lunedì, aprile 06, 2009

Capossela con la canzone Lettere Di Soldati vince il Premio Amnesty 2009

Vinicio Capossela con il brano Lettere di soldati ha vinto il Premio Amnesty Italia 2009 istituito nel 2003 dalla Sezione Italiana di Amnesty International e della associazione “Voci per la Libertà”. Il brano è stato scelto da una giuria di giornalisti a cui erano state presentate dieci canzoni che meglio avevano contribuito alla sensibilizzazione sulla difesa dei Diritti Umani.

La premiazione di Vinicio Capossela avrà luogo a Villadose (Rovigo), nel corso della serata finale della dodicesima edizione del concorso musicale dal vivo “Voci per la libertà – Una canzone per Amnesty”, in programma dal 16 al 19 luglio.

“Ho iniziato a scrivere questa canzone al tempo della prima guerra del Golfo” – ha dichiarato Vinicio Capossela. “Tutti noi tremavamo, era la prima volta che la guerra dava l’impressione di arrivare in casa di ognuno, in diretta, per mezzo della televisione, rendendoci partecipi come a un evento. Quella sera, al Teatro Storchi di Modena, Ivano Fossati concluse il suo concerto cantando ‘Il disertore’ di Boris Vian. Io tornai a casa e pensavo a tutta questa gente sull’orlo della catastrofe. Ognuno si sentiva impaurito qui più che al fronte. Dunque fui vittima, come tutti, della Paura, la Paura minacciata ad arte, che da sempre trova la più grande cassa di risonanza.”

Ascolta: "Lettere di soldati" - Vinicio Capossela

Nessun commento: