venerdì, agosto 31, 2007

Daniele Battaglia, "Tutte ma nessuna" nuovo singolo in radio

Daniele Battagliawww.radioitalia.it: "Si intitola “Tutte ma nessuna” il nuovo singolo di Daniele Battaglia, in rotazione in radio dal 31 agosto. Il brano, anticipa l’uscita del suo primo album “TUTTO IL MARE CHE VORREI”, prevista per il prossimo 28 settembre, distribuzione Edel. Il primo lavoro del cantante è interamente arrangiato e realizzato da Danilo Ballo e Dodi Battaglia, edito da MVE Edizioni/Più in alto e prodotto dall’etichetta discografica “Solomusicaitaliana”."

Figlio del noto Dodi Battaglia dei Pooh, Daniele, dopo aver lavorato come dj a Lattemiele e Tam Tam, inizia l'attività di cantante con il singolo Vorrei dirti che è facile in duetto con Brenda, brano fortunato che è stato anche in prima posizione nella classifica di vendita dei cd singoli TOP OF THE MUSIC (Ac Nielsen). Segue il singolo "Fresco", brano "estivo" di discreto successo.

Nel caso di figli d'arte ci si chiede spesso se questo li faciliti o meno nella loro carriera. Per Daniele Battaglia, come del resto in generale, quello che conta è la musica che propone perchè, se all'inizio il nome illustre aiuta, col tempo questo favoritismo sfuma e rimane ciò che si è: o bravo o schiappa. Per ora mi limito a dire che non c'è nulla di nuovo nelle sue canzoni anche se sono piacevoli e di ottima produzione (e non poteva essere diversamente visto chi ci ha messo le mani). Forse troppo radiofoniche, troppo orecchiabili, di facile presa.. ma non è proprio questo che a volte porta al successo?

La quinta stagione: Il nuovo album di Cristina Dona'

Cristina DonàANSA.it - Musica - Il nuovo album di Cristina Dona': "Cristina Dona', col nuovo cd presentato a Milano, spera di aver lasciato definitivamente alle spalle un brutto periodo della sua vita. L'album, 'La quinta stagione', nasce dalla volonta' di trovare un modo per vivere i momenti difficili, nel suo caso la malattia e la scomparsa del padre. La quinta stagione, secondo una teoria cinese, e' un periodo tra l'estate e l'autunno, 'un momento - spiega l'artista - per preparare il corpo e lo spirito all'arrivo del freddo e delle difficoltà'."

Ascolta l'album in esclusiva su www.mtv.it

Il nuovo album "La Quinta Stagione" è anticipato dal singolo "Universo" in airplay dal 24 agosto.

"Mi ha affascinato la teoria secondo la quale nella medicina tradizionale cinese "La Quinta Stagione" racconta Cristina Donà "è il periodo intermedio tra l'estate e l'autunno ed il momento propizio per preparare corpo e spirito all'arrivo del freddo. Partendo quindi da appunti musicali e scritti, il disco é nato e si é sviluppato quasi del tutto attorno al concetto di "preparazione" ad un eventuale momento "duro" dove verificare la forza del tuo essere persona; una prova per le strategie di sopravvivenza che ognuno di noi cerca di sviluppare ogni giorno."

Melanie C con This Time al Coca-Coca Live @ MTV

Melanie CMELANIE C presenterà il suo nuovo lavoro “This Time” al Coca-Coca Live @ MTV 1 Settembre Bari.
Dopo due singoli di successo, “I Want Candy” (Top 10 nella Classica Singoli AC Nielsen - #1 nella classifica PMI) e “Carolyna” (Top 20 Italiana), MELANIE C, l'ex Spice Girl dalla carriera solista più fortunata ed in partenza per l'annunciata reunion del gruppo, torna in Italia per presentare dal vivo il suo nuovo album “This Time” al Coca-Cola Live @ MTV, evento che si svolgerà a Bari il 1 Settembre 2007 in onda sulle frequenze di MTV Italia.

Melanie in questi giorni ha rilasciato parecchie interviste in Italia apparse su note testate giornalistiche dedicandogli pagine intere come Il Mattino, l’Avvenire, La Sicilia, il Quotidiano Nazionale:
“Le Spice sono il passato, This Time il presente. Avrà modo di accorgersene il pubblico a casa quando il primo settembre lo presenterò a Mtv Italia. Mi sono goduta ogni momento della sua registrazione, senza pressioni, senza ansie. Ho inciso esattamente quel che avevo in mente, offrendo un'immagine perfettamente a fuoco della mia personalità, che è sicuramente melodica. E qui sta forse la ragione del mio successo in Italia”.

Melanie riguardo al mancato inserimento di una data italiana nel Reunion Tour con le altre college dichiara: “Non capisco come mai non ci siano date in Italia. Mi spiace enormemente, come mi spiace non poter cantare anche in Francia o in Portogallo. Queste cose non le decidiamo noi, speriamo si possano aggiungere nuove date”.

Ritorno discografico per Mina con "Todavia", album dal cuore felino


Torna a graffiare la Tigre di Cremona e non è un caso che il nuovo singolo di Mina si intitoli “Corazon Felino”. La canzone è la versione in spagnolo della canzone Brivido Felino, cantata in duetto con Celentano e precedentemente contenuta nel fortunatissimo album (Mina Cementano) del 1998. Il singolo è attesissimo e sarà nelle radio a partire dal 31 agosto.

Il disco Todavia invece sarà commercializzato il 21 settembre. Corazon Felino vede la più amata cantante italiana intenta a duettare con l'argentino Diego Torres, star della musica latinoamericana.
L'ultima uscita pubblica di Mina risale allo scorso 12 febbraio, con il video in 3d del brano Alibi, contenuto nel precedente album Bau.

Video Story: “Oggi Sono Io”

giovedì, agosto 30, 2007

Umbrella: Vanilla Sky in esclusiva per myspace

Vanilla SkyEnnesima sorpresa dai Vanilla Sky. Dal 30 Agosto fino al 4 Settembre infatti i VANILLA SKY regalano in esclusiva al pubblico di myspace il famoso brano "umbrella" in una versione esplosiva e piena di energia come è nel loro stile!

In tour dagli inizi di Maggio in tutta Europa, i Vanilla sky stanno conquistando il pubblico con il loro nuovo album "Changes" nel quale e' contenuto il singolo "Break It Out" , disponibile anche nella versione italiana dal titolo " 6 Come 6 " , programmatissimo dalle televisioni musicali e ascoltabile dal loro profilo www.myspace.com/vanillasky

Miguel Bosé: 3 nomination ai Latin Grammy Awards

Miguel BoseMiguel Bosé ha ottenuto ben tre nomination ai prossimi Latin Grammy Awards, gli oscar della musica latina che si terranno il prossimo 8 novembre al Mandalay Bay Events Center di Las Vegas. Bosé ha ottenuto le nomination per: Miglior Canzone dell’anno (“Nena” con Paulina Rubio), Miglior album dell’anno (“Papito”) e Miglior artista maschile dell’anno.

L’album di Miguel Bosè “Papito” (uscito in Italia su etichetta Carosello Records) si conferma per la quindicesima settimana consecutiva tra i dischi più venduti in Italia restando saldo nelle prime posizioni delle classifiche (n.02 per la Top Of The Music ACNielsen e n.01 per la M&D Discopress) con oltre 150.000 copie vendute.

Da pochi giorni è in rotazione in tutte le radio italiane, e già tra i brani più suonati, il nuovo singolo estratto da “Papito” dal titolo “Morenamia”, in duetto con Julieta Venegas.

Il trionfo italiano di Miguel Bosé conferma il largo consenso di pubblico che “Papito” sta ottenendo nel resto del mondo: Triplo disco di Platino e tredici settimane al n.01 come disco più venduto in Spagna .
Triplo disco di Platino in Messico, dove è rimasto al n.01 come disco più venduto per 15 settimane consecutive.
Disco d’Oro negli Stati Uniti, con oltre 120.000 copie vendute.
Disco di Platino in Cile, Venezuela e Disco d’Oro in Argentina, Colombia ed Ecuador.

“Papito” contiene 16 brani: 14 grandi successi di Bosé riarrangiati e ricantati in duetto con grandissimi interpreti internazionali (tra cui Shakira, Ricky Martin, Michael Stipe, Laura Pausini, Juanes, Paulina Rubio e Julieta Venegas) e 2 hit rivisitate da Bosé in duetto con Mina (“Agua y sal”) e con Noa (“La vida es bella”).

Tutti gli ospiti che hanno cantato nel disco hanno personalmente scelto i pezzi ai quali regalare la loro voce.

Questa la track list di “Papito”:

Morena mia con JULIETA VENEGAS, Si tú no vuelves con SHAKIRA, Bambú con RICKY MARTIN, Nada particular con JUANES, Amante bandido con ALASKA, Sevilla con AMAIA MONTERO, Nena con PAULINA RUBIO, Te amaré con LAURA PAUSINI, Los chicos no lloran con DAVID SUMMER, Como un lobo con BIMBA BOSÉ, Olvídame tú con IVETE SANGALO, Este mundo va con LEONOR WATLING, Hay dìas con ALEJANDRO SANZ, Lo que hay es lo que ves con MICHAEL STIPE. Bonus Tracks: Agua y sal con MINA, La vida es bella con NOA.

Loredana Bertè si addormenta e fa aspettare i fan per due ore


Il BabyBertè live 2007 è uno dei tour più tormentati di questa estate. Prima un calcio all'amplificatore ad Astimusica, poi a Cercemaggiore (Campobasso) ha cantato fino alle quattro del mattino. Loredana Bertè fa ancora parlare di sè. "Scusate mi sono addormentata", così l'artista si è rivolta ai fan che l'hanno aspettata per quasi due ore in Versilia a Marina di Pietrasanta. E' stata accolta dai fischi, ma a fine show è uscita tra gli applausi.

Una serata che è iniziata in modo molto movimentato. L'interprete de "Il mare d'inverno" si è presentata con un'ora e 40 minuti di ritardo, si è presa i fischi di buona parte dei 1200 presenti e alcuni hanno chiesto anche il rimborso del biglietto. "Mi sono addormentata, scusate", ha detto la Bertè appena salita. Il presidente della Fondazione La Versiliana, Massimiliano Simoni non fa drammi: "Chi conosce il personaggio non è rimasto meravigliato, alla fine non voleva più andare via, abbiamo dovuto dirle che avremmo staccato l'energia elettrica. Ha ripagato con un grande spettacolo. Qualcuno è chiaro che si sia spazientito, però la maggior parte ha applaudito ed apprezzato Loredana".

La Berté, durante il concerto, ha parlato anche dei suoi trascorsi in Versilia al fianco della sorella Mia Martini e di Renato Zero. "La Versilia è nel mio cuore - ha detto - e non potevo mancare".

Video: “Sei Bellissima”

mercoledì, agosto 29, 2007

“School is Boring” secondo album per il Luttazzi comico!! dico, avesse fatto il musicista???


E bravo il Luttazzi, avesse fatto il musicista, forse sarebbe ancora la in Rai, a farci sorridere.
Secondo album per il comico romagnolo, che è una apologia vivente dell’ecletismo. La scuola è noiosa , meglio la musica.
Come nei thriller il pianoforte è indizio di brividi, così l'incipit al piano di questo secondo disco di Daniele Luttazzi apre le porte a emozioni forti, dieci canzoni e una traccia strumentale capaci di scuotere e sorprendere. A non sorprendere, naturalmente, è il fatto che il poliedrico satiro romagnolo eccella anche in questa forma espressiva, visto che sa plasmare le caratteristiche di ogni mezzo utilizzato – dalla tv al teatro, dai libri ai disegni, alla musica appunto, “incontrata” nel 1979 – attorno alle proprie peculiarità. “L’arte ti chiama e non puoi fare altro che rispondere” dichiara Luttazzi, ed è un po’ come se anche questo album (che arriva due anni dopo l’esordio ufficiale con ‘Money For Dope’) chiamasse all’ascolto, ripetuto e famelico.

Si vola su un mix di musica e melodia che Luttazzi vuole ora rock, ora jazz, ora swing, per restare quasi disorientati scoprendo di aver ballato su un testo malinconico, a volte perfino doloroso: dal disagio esistenziale vissuto in età diverse (‘A place of cries’, canzone che apre l’album; ‘Travelling alone’; ‘School is boring’; ‘Words of love’; ‘Sobbing in shame’), all’amore che finisce con ‘The broken hearted’, dal tentato suicidio di ‘The flowers in spring’ all’innocenza perduta di ‘Three kind of paper’, dal sesso estremo di ‘Dreams come true’ allo stupro in discoteca con conseguente aborto di ‘Wet Out’ (testo con cui l’artista racconta la vicenda realmente accaduta a una sua amica). Gli arrangiamenti di Massimo Nunzi non si risparmiano, con uno stuolo di strumenti chiamati di volta in volta a lavorare per sottrazione o a rincorrersi in maniera corale: spiccano, forse per chi è abituato ai suoni asciutti del rock, l’abbondanza di archi e fiati e fra questi anche il soprano e l’alto di Stefano di Battista. Camaleontica e versatile la voce di Luttazzi fa il resto.

Per chi va a caccia di nomi, si possono fare anche quelli di Andy Gravish (tromba e flicorno) e Ada Montellanico, ma in questo lavoro – meno ancora che per altri – non sono solo i singoli a valere, ma l’armonia d’insieme. E questo dovrebbe essere – sempre – la musica

martedì, agosto 28, 2007

Duran Duran, nuovo disco e tour

"Red Carpet Massacre" esce il 12 novembre. Tra i nuovi brani "Nite Runner", scritta con Justin Timberlake e il produttore Timbaland.

Il nuovo album dei Duran Duran, nei negozi italiani dal 12 novembre, si intitolerà "Red Carpet Massacre". Tra i nuovi brani "Nite Runner", scritta con Justin Timberlake e il produttore Timbaland. L'ultima apparizione pubblica della rockband inglese (il cui tour è atteso in Italia l'anno prossimo) risale a luglio per il Live Earth e il concerto in memoria della principessa Diana, in cui hanno interpretato i loro classici tra cui "Ordinary World".

Nite Runner - Duran Duran (Slideshow)

The Killers, un duetto con Lou Reed per la band di Las Vegas

The KillersUn disco in uscita e un nuovo singolo insieme a Lou Reed per la band di Las Vegas!
Dopo l'annuncio di ieri, relativo a un nuovo album in uscita, la band di Las Vegas stupisce i suoi fan con un annuncio straordinario: un nuovo singolo insieme a Lou Reed! 'Tranquilize', questo il titolo del duetto, verrà incluso nella raccolta di B-Side e rarità che il gruppo americano pubblicherà a fine anno. 'E' un brano con un forte elemento di disperazione', ha rivelato Brandon Flowers a NME, 'E la voce di Lou Reed conferisce uno spessore unico. Lavorare con lui è stata una delle emozioni più grandi della nostra carriera'.

Vasco Rossi suonera' allo stadio Friuli di Udine

Vasco RossiUDINE, 28 AGO - Il concerto di Vasco Rossi, in programma per il 26 settembre, si terra' allo stadio Friuli di Udine. Un passo decisivo per ufficializzare il concerto e' stato infatti compiuto in un incontro tra il presidente dell'Udinese, Franco Soldati, azionista di riferimento del club bianconero, Gianpaolo Pozzo, e il patron di Azalea, che organizza la manifestazione, Loris Tramontin. Tramontin ha rassicurato l'Udinese che il campo di gioco non dovrebbe subire danni. (fonte: Ansa)

lunedì, agosto 27, 2007

Airplay: Negramaro e Irene Grandi sono i protagonisti dell'estate

Airplay: le canzoni più trasmesse dalle radio italiane al 24/08/2007
I tormentoni dell'estate 2007, "Parlami d'amore" (Negramaro) e "Bruci la città" (Irene Grandi) si confermano anche questa settimana ai primi posti. Al terzo posto un altro protagonista dell'estate, Mika con "Relax, take it easy", e al quarto Renga con "Cambio direzione". Entra nella top five James Blunt con "1973".

1- Negramaro, Parlami d'amore (videoclip)
2- Irene Grandi, Bruci la città (videoclip)
3- Mika Relax, take it easy (videoclip)
4- Francesco Renga, Cambio direzione (videoclip)
5- James Blunt, 1973 (videoclip)
Fonte: Music-Control

Notte della Taranta: Mauro Pagani chiude davanti ad oltre centomila spettatori


Si è concluso col tradizionale concertone, davanti ad oltre centomila spettatori, la notte della Taranta di Melpignano.

Si sono sibiti: Massimo Ranieri, Giuliano Sangiorgi dei Negramaro, Eva Quartet, Morgan, Ginevra Di Marco, Piero Brega, Badara' Seck e l'Orchestra di Piazza Vittorio.

A dirigere gli artisti e a far ballare fino all'alba i tarantolati che affolleranno piazza degli Agostiniani, il maestro concertatore Mauro Pagani, indimenticabile fondatore della Pfm.

Festival di Sanremo 2008: Pippo Baudo fa i primi nomi!!

Pippo Baudo svela i primi nomi per il Festival di Sanremo 2008
Antonacci, Pausini, Baglioni, Bersani e Ramazzotti: questi i superospiti invitati da Pippo Baudo per Sanremo 2008. E ora si attendono conferme.
Intervistato da Tv Sorrisi e Canzoni, lo showman afferma: 'non penso proprio che Fiorello sara' al Dopo Festival. Ha continuato amorevolmente a prendermi in giro, dicendomi: vediamoci, parliamone'.

E sulla presenza femminile Baudo non si sbilancia, si limita a dire: 'Ho visto un bellissimo servizio su Laura Chiatti.
Stiamo a vedere.

Gloria Gaynor al Bordighera Jazz & Blues 2007

Gloria GaynorDal 31 agosto al 2 settembre il Parco dei Giardini Lowe di Bordighera ospiterà il Bordighera Jazz & Blues.

Sarà Gloria Gaynor, la regina indiscussa della discomusic anni '70 (I Will Survive), a dare il via alla quindicesima edizione del Bordighera Jazz & Blues 2007, la rassegna dedicata ai due generi che aprirà i battenti venerdì prossimo al Parco dei Giardini Lowe e che animerà la provincia di Imperia per tre giorni.

La seconda giornata segna il ritorno dei Matt Bianco, la band inglese si esibirà a Bordighera nell'unica data italiana prevista, sabato 1 settembre e saranno preceduti sul palco da "Proud" Mary Brich accompagnata dai Mama's Pit.

Chiuderanno l'edizione 2007 gli INCOGNITO, impegnati nella tournée europea, che saliranno sul palco domenica 2 settembre dopo il Francesca De Fazi Blues Quartet.

Quest'anno il Premio al Batterista Jazz & Blues 2007 del Memorial "Carlo Golzi" è stato assegnato a Ellade Bandini che rappresenta la storia della batteria nella musica leggera italiana. Il premio sarà consegnato sabato 1 settembre da Giancarlo Golzi (batterista dei Matia Bazar).

la targa del Premio SIAE (attribuito ai musicisti emergenti nel settore del jazz e del blues), quest'anno sarà assegnata al gruppo Blue Cat Blues e sarà consegnata il primo giorno della rassegna.

domenica, agosto 26, 2007

“Patty Pravo”, un mito da sempre


Patty Pravo non e' diventata un mito con il tempo, probabilmente e' nata cosi', speciale. O la si ama o la si detesta. A ottobre uscira' Patty Pravo bla bla bla... , libro biografico scritto a quattro mani con Massimo Cotto e un nuovo album "Spero che ti piaccia... Pour toi" a fine settembre. Dedicato a Dalida, contiene alcuni brani cantati in arabo.

Patty Pravo e' un nome d'arte, lei e' Nicoletta Strambelli, nata a Venezia il 9 aprile 1948. Crescere tra calli e campielli, in una citta' d'acqua cosi' magica, una qualche influenza l'avra' avuta sul futuro fascino di Patty che, fin da bambina, frequenta persone interessanti, a partire dai nonni paterni fino a personaggi come l'attore Cesco Baseggio, il soprano Toti Dal Monte, il Cardinale Roncalli (futuro Papa Giovanni Ventitreesimo), Peggy Guggenheim, Ezra Pound, amici di famiglia.
Studia pianoforte, danza, prende lezioni di teoria e solfeggio, direzione d'orchestra. Alla morte del nonno decide di andare in Inghilterra e, al ritorno, e' a Roma, nel mitico locale Piper, a ballare. Viene immediatamente notata e nel giro di pochissimo tempo diventa "la ragazza del Piper", che canta stupendamente e balla altrettanto bene.

Debutta con Ragazzo triste ed entra nelle classifiche anche all'estero con la mitica La bambola , canzone che ha venduto 30 milioni di dischi. Ma Patty e' una pioniera, una sperimentatrice, una creatura libera, da un pezzo come La bambola passa a brani di Jacques Brel, Vinicius De Moraes, Neil Diamond, interpretati in modo magistrale.
Negli anni Ottanta, dopo i trionfi di brani come Pazza idea e Pensiero stupendo (canzone raffinata e sexy, memorabile), Patty si trasferisce negli Stati Uniti. Sono anni di successi ma, in Italia, e' nel 1996 che ottiene un nuovo, clamoroso, trionfo con il brano E dimmi che non vuoi morire . Da qui in poi, Patty diventa davvero un'icona, piace a un pubblico sempre piu' vasto ed eterogeneo, e' ammirata per la voce ma anche per la bellezza, cosi' luminosa e lunare.
E' stata ed e' un simbolo per tante donne, che in Patty riconoscono spirito indomito e volonta' di superare le convenzioni. Patty ha posato nuda, ha proposto look sempre particolari, ha avuto una vita privata movimentata da piu' matrimoni (e' stata accusata di bigamia), e' stata arrestata per possesso di sostanze stupefacenti, finendo spesso sui media, spesso attaccata, non solo per le sue interpretazioni.
Per lei hannno scritto Riccardo Cocciante, Vasco Rossi, Lucio Battisti, Lucio Dalla, Ivano Fossati, i grandi della musica italiana, insomma. Una diva, divina.

Video: “Pensiero Stupendo”

sabato, agosto 25, 2007

Eros Ramazzotti, duetto con Ricky Martin, in radio dal 28 settembre


Il duetto del cantautore romano con la star del latin pop Ricky Martin si intitolerà ’Non Siamo Soli’ e sarà in radio dal 28 settembre.

Un doppio best, che conterrà anche quattro inediti, uscirà il 26 ottobre e avrà una tipologia di ’Best’, mai utilizzata finora da un artista, a livello mondiale.

Il duetto con Ricky Martin é l’ultimo di una serie di duetti di Ramazzotti - 35 milioni di dischi venduti in tutto il mondo - con artisti di casa nostra e internazionali. Il primo risale a 20 anni fa e vede al suo fianco Patsy Kensit nel brano ’La Luce Buona Delle Stelle’, raccolto nel CD ’In Certi Momenti’. In ’Tu vivrai’ canta invece, nel 1990, insieme ai Pooh, Enrico Ruggeri, Raf e Umberto Tozzi. L’anno successivo é la volta di Raf, con cui duetta in ’Anche Tu’.

Nel 1997 tocca ad Andrea Bocelli e alla grande Tina Turner. Il tenore toscano, riconosciuta star internazionale, interpreta con Eros ’Musica è’, mentre la rockstar americana con la sua inconfondibile voce impreziosisce ’Cose Della Vita’ in un potente duetto contenuto nel Greatest Hits ’Eros’, presentato dalla coppia anche dal vivo nel 1998 in un concerto a San Siro.

Ma Ramazzotti canta anche insieme a Joe Cocker in ’Thats’ All I Need To Know’, scritto per il bluesman americano nel 1998, presentato in un concerto a Monaco di Baviera e pubblicato nell’album ’Eros Live’. E con Cher, nel 2000, in ’Più Che Puoi’, incluso nel CD ’Stilelibero’. Il duetto con Anastacia in ’I Belong to You’ (dall’album ’Calma apparente’), oltre a restare in testa alle classifiche europee per parecchie settimane, é anche uno dei momenti più seguiti del Festival di Sanremo 2006. Peccato che il duetto di Eros con Laura Pausini nel classico di Modugno ’Nel Blu Dipinto di Blu’, eseguito quello stesso anno sul palco dell’Ariston.

L’ultimo in ordine di tempo, ’Domo Mia’, é un commosso omaggio di Eros allo scomparso Andrea Parodi, fondatore e primo cantante dei Tazenda. Un pezzo incluso nell’album ‘Vida’, con cui il gruppo-bandiera della Sardegna, nella nuova formazione con la voce di Beppe Dettori, é appena tornato sulle scene discografiche dopo 10 anni di assenza. Il singolo che vede la partecipazione di Ramazzotti é al nono posto della classifica e da oltre un mese é uno dei più trasmessi in radio.

Video: “That's All I Need To Know” feat. Joe Cocker

“Rem”, primo cd dal vivo


I “Rem”, danno alle stampe il primo cd dal vivo, con materiale registrato durante il tour"Around the Sun" del 2005
Il disco sarà disponibile in autunno, ed sarà il primo album dal vivo della band di Athens, Georgia.

La band, di Michael Stipe ha registrato al Point Theatre di Dublino il 27 febbraio di due anni fa, all'interno del tour "Around the Sun". "Rem Live", secondo le riviste specializzate, sarà un cd doppio ed un dvd dove figurano i più grandi successi della band che, nel frattempo, stanno lavorando al nuovo album che uscirà nel 2008.

Nell'cd live comprenderà 22, tra cui i più grandi successi della band. Dal brano d'apertura "I Took Your Name", passando per le acclamate "Losing My Religion", "Great Beyond", la protesta politica di "Final Straw" e "The One I love" fino al gran finale con "Man on the Moon".

Da poco i Rem, che sono stati inseriti nella "Rock and Roll Hall of Fame" e da i primi di marzo, sono a Dublino col produttore Jacknife Lee (già collaboratore di U2 e Bloc Party) per registrare il seguito di “round the Sun” del (2004), 14esimo album della loro discografia, e che sarà sul mercato il prossimo anno.

Video Story: “Man on the Moon”

Max Pezzali, il 12 ottobre parte il Max 2007 Tour

Max PezzaliMax Pezzali, il 12 ottobre parte il Max 2007 Tour: "Dopo l'anteprima di maggio, Il Max 2007 Tour (organizzato da Milano Concerti) di Max Pezzali partirà il 12 ottobre da Milano e continuerà fino a dicembre toccando tutte le principali città italiane."

Queste le date del "Max 2007 Tour":
12 ottobre da Milano (DatchForum)
16 ottobre a Torino (Palaisozaki)
17 ottobre a Bologna (Land Rover Arena Paladozza)
19 ottobre a Livorno (Palasport)
20 ottobre a Brescia (Pala San Filippo)
23 ottobre a Trento (Palasport)
26 ottobre a Genova (Vailant Palace)
27 ottobre a Cuneo (Palasport)
30 ottobre a Parma (Palasport)
3 novembre a Rimini (105 Stadium)
5 novembre a Perugia (Palasport)
7 novembre a Roma (Palalottomatica)
10 novembre a Firenze (Mandela Forum)
14 novembre a Ferrara (Palasport)
16 novembre a Roseto degli Abruzzi – TE (Palasport)
17 novembre a Napoli (Palapartenope)
21 novembre ad Acireale – CT (Palasport)
22 novembre a Palermo (Palasport)
24 novembre ad Andria – BA (Palasport)
25 novembre a Taranto (Palasport)
29 novembre a Verona (Palasport)
30 novembre a Treviso (Palaverde)
1 dicembre a Trieste (Palasport)
6 dicembre a Saint Vicent – AO (Palais).

Max Pezzali presenterà live le canzone del suo ultimo albun "Time Out" (uscito il 25 maggio per Warner Music Italy) e alcuni dei suoi più grandi successi.

Per informazioni al pubblico: Milano Concerti (a Live Nation Company) – tel.0253006501 – info@milanoconcerti.net, www.milanoconcerti.net.

venerdì, agosto 24, 2007

Fiorella Mannoia e Avion Travel a Siena "La città aromatica"

Avion Travel

Al via la settima edizione del festival "La città aromatica", la festa dell'estate senese che dal 28 al 31 agosto propone spettacoli unici di musica rock, etnica, jazz e danza.

Quest'anno, la rassegna prodotta dal Comune di Siena per volontà del sindaco Maurizio Cenni e diretta da Mauro Pagani con Banca Monte dei Paschi di Siena spa, main sponsor dell'iniziativa e il contributo fondamentale del Gruppo Luxman e della catena Royal Demeure, si presenta ricca di sorprese.

L'edizione targata 2007, sarà infatti, all'insegna della grande musica d'autore. Protagonisti assoluti gli Avion Travel e Fiorella Mannoia ma ci saranno anche ospiti a sorpresa che verranno svelati solo all'ultimo momento. Il 28 agosto saranno le atmosfere di Paolo Conte riarrangiate e re-interpretate dagli Avion Travel sotto la direzione artistica dello stesso Maestro astigiano ad aprire "La città aromatica". Nella stupenda cornice di Piazza San Francesco, sull'onda del successo di "Danson Metropoli-Canzoni di Paolo Conte", gli Avion Travel in una formazione che sarà arricchita dalla presenza di archi, tastiere e percussioni, offriranno al pubblico senese uno spettacolo da non perdere.

Il 31 agosto, Piazza del Campo sarà la culla di atmosfere brasiliane, con la performance dell'orchestra Bandão, l'allegra carovana di percussionisti diretti dal batterista Francesco Petreni, a cui farà seguito l'atteso concerto di Fiorella Mannoia che, dopo aver fatto sue le canzoni delle ultime generazioni di cantautori italiani, ha voluto "omaggiare" la cultura e la tradizione musicale sudamericana. L'eleganza e la sentita ispirazione di una delle più grandi interpreti contemporanee, chiuderà la settima edizione de "La città aromatica", che nell'ormai consolidata tradizione del festival, riserverà per l'ultima serata qualche novità.

Sul palco con Fiorella Mannoia a rendere unica e magica la notte senese, ci sarà anche un ospite a sorpresa. E' questa, infatti, l'idea innovativa de "La città aromatica" che, volutamente, non propone tappe di tour ma invita i musicisti a creare uno spettacolo unico e irripetibile solo per Piazza del Campo, magari insieme ad altri colleghi fondendo percorsi artistici diversi.

Il programma completo >>

mercoledì, agosto 22, 2007

Disco Flash Back: Premiata Forneria Marconi, “Storia Di Un Minuto”

Premiata Forneria Marconi, o , come saranno abituati a conoscerla all'estero, la PFM. Il nome doveva essere inizialmente solo Forneria Marconi, ma alla fine venne aggiunto anche Premiata su suggerimento di Colombini, D.A. della neonata Numero Uno. La band, composta da strumentisti già molto noti ed apprezzati nel giro "ufficiale", e che agivano sotto il nome de "I Quelli" o "I Krel", si era già ritagliata una solida fama mediante esibizioni dal vivo con Yes e Procol Harum, e culminate nel concerto del 71 di Bologna, dove aprirono per i Deep Purple.

Si incontrarono con Giulio Rapetti, in arte Mogol, nel 1971 e subito amore. Gli scrisse il testo di "Impressioni di settembre" e li accompagnò al successo. A Bollate, al locale "Carta Vetrata" (dove i cinque spesso si esibivano) scoppiò il putiferio. "Storia di un minuto" (che dura da trent'anni) è il primo album della Premiata Forneria Marconi, ed è il loro capolavoro. "Immressioni di settembre" vale, come si suol dire, il prezzo del biglietto. Al di là del valore artistico del testo (comunque bellissimo) quello che spicca è l'assoluta padronanza strumentale del gruppo. La chitarra acustica di Mussida riempie magniloquentemente i primi tre minuti di canzone (la voce di Mussida è elaboratissima) mentre il finale, lungo e altisonante, vede l'utilizzo, per la prima volta in Italia, del famoso sintetizzatore Moog. Il brano dura poco meno di sei minuti, eppure il Moog finale pare sgusciare via senza nè incertezze nè pesantezze. Formidabile inoltre l'utilizzo perfetto degli strumenti a corda: ispiratissimo Pagani che, in un sussulto di pura estasi musicale, ribatte con forza sul violino suoni e note che farebbero impallidire Paganini.

Il vinile, allora si chiama così, conteneva tracce di assoluto valore: “E' Festa”, cavalcata prog-rock e cavallo di battaglia della band che chiudeva i loro concerti. “Dove...quando (par.1)/ Doce..quando (part.2)/ epico numero folk, barocco, musicale fra chitarre, flauti e clavicembalo. “La Carrozza di Hans”, cantata da Mauro Pagani e Mussida è un viaggio assoluto nella creatività prog. della band, con un lavoro chitarristico di Mussida notevole che sostiene gran parte del brano. Chiude “Grazie Davvero”, con stacchi orchestrali da musica classica, con il largo utilizzo di corni, trombe, tromboni, flauti. Bellissimo.

La Premiata Forneria Marconi, ha segnato il tempo per quelli degli anni settanta indubbiamente.
Nei primi dischi erano bravissimi, suonano alla grande, ed erano pieni di idee e se proprio vogliamo cercare il pelo nell’uovo, cantano così e così (però, nel complesso, il risultato si completava ugualmente bene) certo il prog,rock,folk (come vogliamo chiamarlo) era chiaramente di matrice anglosassone, ma la PFM a quel tempo, se l’era cavata benissimo.

La formazione di questo disco sono: Flavio Premoli, Giorgio Piazza, Mauro Pagani, Franz Di Cioccio, Franco Mussida

Video: "La Carrozza di Hans"



Tracks

01. Introduzione
02. Impressioni di settembre
03. E' festa
04. Dove...quando (par.1)
05. Doce..quando (part.2)
06. La carrozza di Hans
07. Grazie davvero

Nidi d'Arac, con "Salento” un’ escursione nella musica popolare Salentina


Non è il disco nuovo dei Nidi d'Arac, ma una escursione a piedi giunti nel territorio della musica popolare. Una magnifica escursione che verrebbe voglia di chiedere fosse ripetuta più spesso, anzi, il più spesso possibile. "Salento senza tempo" è da intendersi come un tributo acustico alla tradizione musicale salentina per raccontare la storia millenaria di una terra attraverso la sua musica. "La gente del sud che da padre a figlio, da generazione in generazione deve difendere, con memoria, creatività e rispetto, la propria identità nel grande mondo delle differenti culture" come dice Alessandro Coppola, anima dei Nidi d'Arac.

"Aremo rindineddah" è un brano tradizionale, uno dei brani più noti della cultura grika (la lingua della Grecia salentina, misto di greco e salentino), scritto a inizio '900, di spettacolare bellezza, ben servito dalla voce di Vera di Lecce e dal violino di Rodrigo D'Erasmo. Il brano è conosciuto su You Tube e in rete, per la versione di Carmen Consoli alla Notte della Taranta 2006. Circa la metà dei brani sono puri tradizionali come Sia benedettu ci fice lu mundu, Nnazzu nnazzu, Su rrivatu a San Frangiscu, Su vinutu luntanu luntanu, Pizzica pizzica e Pizzica tarantata. Altri, come "29 giugno" o "Salento senza tempo" sono scritti dal gruppo (da Coppola e D'Erasmo il primo, da Coppola e Claudio Prima il secondo. Ma la differenza è di carta. I brani trapassano l'uno nell'altro con un meccanismo di osmosi naturale: la tradizione deve tanto ai Nidi quanto loro devono alla tradizione.

Siamo un po' lontani dagli itinerari consueti a cui ci avevano abituato i Nidi: sono solo musiche acustiche, strumenti naturali, niente elettronica, niente contaminazione. E' musica popolare come è e come dovrebbe essere. Ossia un filone aurifero che scorre sopra la terra e che bisogna solo essere abili a rintracciare. Il risultato è mediamente incantevole: sia nei brani di nuovo conio come la splendida "29 giugno", sia nei traditional come "Su rrivato a San Frangiscu", ma più in generale non c'è un solo brano che stia sotto la soglia dell'ottimo. Alcuni arrivano a quella del commovente. Altri sono sono brevi frammenti come i 59" di "Sale e critao" o i 26" di "Mmalativa" o i 29" di "L'ecchi toi", ma non mi sentirei di rinunciare a niente di tutto ciò. Nemmeno alla briciole.

Il piacere ulteriore è vedere quanto bene tradizione e brani d'autore si miscelano, senza stacco alcuno. "Un album - come dicono loro stessi - in cui la storia e le tradizioni dell'antico e rurale Salento viene raccontata dalle sue stesse canzoni: come la title-track "Salento senza tempo" che racconta l'essenza della radicazione salentina rappresentata da un anziano signore testimone intramontabile dei passaggi generazionali, o "29 giugno" ispirata al giorno in cui, annualmente, le tarantate si recavano alla basilica di S.Paolo a Galatina per ringraziare il santo della grazia ricevuta, fino ad "Ipocharia" (in griko malessere interiore) pizzica contemporanea composta pensando allo stato di angosciante tristezza che accompagnava i tarantati".

Ma io non trascurerei "Quante tarante?" splendido brano che si fa fatica a districare dalla tradizione e la conclusiva e dolcissima "Klama" che termina l'album quasi con una senso di circolarità rispetto all'iniziale "Aremo Rindineddha". Una canzone popolare, proveniente dalle ricerche e dalla sistematizzazione del repertorio compiuta negli anni '70 e una di nuovo conio, alternate quasi con cadenza regolare, per regalarci una piccola perla di musica italiana globale come questo "Salento senza tempo". Mancano i riferimenti alla cultura araba o alle altre culture mediterranee, manca l'elettronica, manca la violenza o l'urgenza di altri lavori, rimpiazzata con un gioco di morbidezza e semplicità che appaga il cuore. Uno dei migliori lavori del 2007.


Video Story: "Danze e Onore"



Tracklist

1.Aremo Rindineddha
2.29 Giugno
3 .Salento senza tempo
4.L'ecchi toi
5.Sia benedettu ci fice lu munu
6.Nnazzu nnazzu
7.Mmalavita
8.Su rrivato a San Frangiscu
9.Sale e crita
10. Su vinutu luntanu luntanu
11. Tamburi a San Rocco
12. Quante tarante?
13. Pizzica pizzica
14. Pizzica tarantata
15. Ipocharia
16. Klama

Prosegue passando da Parma il tour di Marco Notari


Partito il 12 maggio da Rimini in un concerto assieme ad Afterhours e Tiromancino il Tour estivo di Marco Notari & Madam.
Il tour che sta volgendo al termine, passa per Parma, alla Fattoria Vigheffio, in un concerto che vuole favorire l'incontro tra cultura e sociale, offrendo occasioni di riflessione e divertimento.
Verranno ancora presentate le canzoni dell'album d'esordio "Oltre lo specchio tour", prodotto da Giulio Casale (Artes/Mescal-Emi), sempre alternando incursioni elettriche di puro indie-rock ad aperture sospese ed oniriche fatte di chitarre acustiche e fender rhodes.

Mentre i singoli Ninfee e Vertigini hanno guadagnato moltissimi passaggi radiofonici e televisivi, balzando al primo posto delle speciali classifiche indie, "Oltre lo specchio" entrò subito come miglior new-entry italiana nelle classifiche ufficiali di vendita nelle prime settimane di uscita , per ricevere poi ottime recensioni da tutta la stampa specializzata, fino al Premio Italiano per la musica indipendente, come rivelazione dell'anno.

E' in rotazione in tutte le radio d'Italia il promo-ep "Un Bacio Falso e Altri Sintomi di Vita", che contiene "Un bacio falso" (inclusa nella compilation tributo ConGarbo), e brani live registrati in due delle 100 date del tour all'Estragon di Bologna e al Diavolo Rosso di Asti. Saranno “Speciale”, “Lacrime” e “Lamento d’Inverno”, tratte del fortunato e pluripremiato album "Oltre lo specchio" “Happiness is a warm gun” (una cover dei Beatles), con il video della hit "Automi" come bonus-track.

Video: “Automi”

martedì, agosto 21, 2007

I Finley, con l'Adrenalina in corpo


La nuova scommessa di Claudio Cecchetto i “Finley” pubblicano il secondo Cd: “Adrenalina”
Dopo un album come “Tutto è Possibile”, che li ha a ragione incoronati i beniamini dalle teenagers in giù, adesso i Finley tornano con il loro secondo disco dal titolo “Adrenalina”, sempre sotto l’egida del duo Cecchetto- Peroni per quanto riguarda la produzione.

Dodici tracce, due in inglese, in cui ancora confermano la loro indole tra power-pop melodico e punk-rock (un po’… Ramones più acqua e sapone, per intendersi): un album tutto ritmo ed energia, sempre molto adatto ad un pubblico di giovanissimi, che non tarderà a diventare, anche grazie al singolo Adrenalina, una delle colonne sonore della prossima estate 2007.

Qualche passo in avanti è stato senza dubbio compiuto, se non altro perché la seconda prova è sempre la più difficile quando la prima è stata un successo: non si può stare fermi ascoltando questo album, da “Adrenalina a Niente da perdere, Domani, o Veleno”. Belle le canzoni in inglese in cui sembra ci sia una maggiore libertà e una maggiore capacità di staccarsi da certi cliché: “Satisfied”, in particolare, e “Lies”.

Con l'album anche il Live... ADRENALINA TOUR organizzato da Milano Concerti. Quest'anno anche le prime tappe live all'estero dove i Finley sono stati chiamati ai più importanti Festival Europei. Bingo!!!!

Video:”Adrenalina”



Tracks

1. Adrenalina
2. C'è qualcosa che non va
3. Ad occhi chiusi
4. Veleno
5. Qui per voi
6. Niente da perdere
7. Domani
8. Mai più
9. Questo sono io
10. Voglio
11. Lies
12. Satisfied

Marlene Kuntz, “Uno” nuovo album con guest star


Il prossimo 14 settembre uscirà Uno il nuovo disco dei Marlene Kuntz. L'album è stato prodotto da Gianni Maroccolo e vanta collaborazioni come Paolo Conte e Greg Cohen, contrabbassista già da tempo al lavoro con Tom Waits.

Anticipati i titoli dei brani e le collaborazioni di Paolo Conte - al piano sul brano Musa, e Greg Cohen, coinvolto nelle registrazioni di Canzone Ecologica, Canto, Negli Abissi Fra I Palpiti e Musa.

Da non perdere il booklet che accompagnerà il CD: per ogni pagina ci sarà un contributo scritto da diversi artisti. Troviamo gli appunti di Carlo Lucarelli (111), Stefano Benni (Canzone ecologica), Tiziano Scarpa (Canto), Marco Lodoli (Elegia), Enrico Brizzi (Fantasmi), Gianmaria Testa (Ballata dell'ignavo), Marco Bosonetto (Negli abissi fra i palpiti), Babsy Jones (Sapore di miele), Emidio Clementi (Stato d'animo), oltre a Paolo Conte stesso, che si occupa di Musa.

Video: "Bellezza"

“Atellana Festival 2007” Succivo (CE)


La rassegna per gruppi emergenti si svolgerà nell'atrio interno del Castello di Teverolaccio a Succivo. Il programma vedrà ospiti nomi della scena indie italiana come I Pennelli di Vermeer, Le Loup Garou e I Marta sui Tubi e i vincitori della edizione 2006, DasAuge.

Delineata anche la giuria per il concorso, di cui faranno parte Emilio Di Donato, responsabile di casertamusica.com, portale di musica casertana, Giampaolo Graziano, giornalista e vicedirettore della rivista mensile Fresco di Stampa, il critico Paolo Trama, il musicista Gigi De Vito e Fabio Petrungaro, che dal 7 al 9 di settembre ascolteranno e consacreranno il vincitore della sesta edizione del Festival.

Dopo una lunga selezione dei gruppi partecipanti, si è delineato il programma e il cartellone delle serate che vede insieme i gruppi in gara e ospiti attessissimi come: “Pennelli di Vermeer, Le Loup Garou, DasAuge e Marta sui Tubi”.

Video:"Pipa Operaia" (Pennelli di Vermeer)



Venerdì 7 settembre - Eliminatorie (h. 21):
- Beltrame (Avellino)
- Dew Drop Reggae (Bari)
- Scarlatti Garage (Napoli)
- Myricae (Caserta)
- Pipers (Napoli)
Ospiti (h. 22.30): Pennelli di Vermeer

Sabato 8 settembre - Eliminatorie (h. 21):
- Atman (Lucca)
- Gorgeous (Napoli)
- Don't Feel God (Cosenza)
- Ciaudà (Catania)
- En Plain Air (Roma)
Ospiti (h. 22.30): Le Loup Garou

Domenica 9 settembre - Finale (h. 21):
- primi 4 gruppi classificati alle eliminatorie
Ospiti (h. 22.30): DasAuge e Marta sui Tubi

sabato, agosto 18, 2007

Disco Flash Back: Riccardo Cocciante "Cervo A Primavera"


Chiuso il sodalizio artistico e umano con Lucio Battisti, nel 1980 Giulio Rapetti, meglio conosciuto come Mogol, decide che per la pensione è un pò troppo presto, ed ascolta le richieste d'aiuto provenienti da uno spaesato Riccardo Cocciante. Il musicista lascia gli anni '70 con la consapevolezza di aver portato un'aria di novità, quantomeno nell'impianto vocale e interpretativo. Ma si sa, i tempi corrono, e gli anni '80 esigono nuova linfa.

Sotto queste premesse vede la luce "Cervo a Primavera", l'album che traghetta Cocciante nella nuova decade. Si potrà poi amare o no quest'artista, come tutta la musica leggera italiana, ma questo disco contiene almeno due/tre brani memorabili.

Senza dubbio gioca un gran ruolo la componente emotiva nel giudicare questo disco, ma con altrettanta sicurezza si può affermare che ogni volta che si ascolta "Cervo a primavera" il pianoforte e la voce del riccioluto italo-vietnamita-francese si dilatano nell'estasi sognante degli accordi, quella melodia che richiama spazi lontani, boschi contaminati solamente dall'ultima goccia di rugiada della sera.

"Io rinascerò", esplode di rabbia Cocciante, una dichiarazione di intenti sì da parte sua, ma urlata con forza anche da Mogol, dopo una vita trascorsa a corte di Battisti e desideroso di una nuova identità. Per il resto, il solito Cocciante ci regala perle d'amicizia ("Tu sei il mio amico carissimo", "Piero") o di sincerità (il sapore tardo beatlesiano della splendida "Il sufflè con le banane").
I riempitivi ci sono, certo, come in ogni disco d'altronde, ma qui passano sotto puro divertissement, lo scherzo di "Gomma" e la furia pianistica (Elton John?) della chiusura "Suonare suonare", poi ripresa negli anni a venire dalla PFM. Qua e là si riconosce l'inevitabile tratto di Mogol - Cervo a primavera sarebbe forse risultato meglio in un album come "Il mio canto libero" - ma sono il valore aggiunto del disco, che può annoverare anche un momento toccante come "Non è stato per caso".

Certo l'industria discografica italiana ha prodotto risultati anche migliori, ma l'album merita un posto di primo piano nella discografia di casa nostra. Non foss'altro per il confronto impietoso con la musica di oggi.

Video: "Cervo a primavera"



Tracklist

01.Cervo a primavera (04:11)
02.Footing (03:44)
03.Tu sei il mio amico carissimo (03:09)
04.Piero (03:42)
05.Ci vuol coraggio (04:02)
06.Il sufflè con le banane (03:18)
07.Non è stato per caso (02:56)
08.Gomma (03:34)
09.Carolina amatissima (02:54)
10.Suonare suonare (04:04)

"Zucchero" velenoso a Cala di Volpe


Insulti a raffica domenica ad Olbia!!! "Zucchero" spara a zero sul pubblico e sbalordisce tutti??

Esibizione shoc di Zucchero domenica al Cala di Volpe Hotel: il cantante emiliano spara a zero sul pubblico con insulti (puttanone, baldracche, catamarano, ecc.) e lancio reciproco di oggetti. (Sono venuto solo per i vostri soldi)e non è un modo di dire, visto che i biglietti costavano da 1.100 euro e con gli extra a fine serata.

Ovviamente platea di prim'ordine, con vip, attori, imprenditori ecc. Presenti in platea Ivana Trump, Valeria Marini, i Principi Borbone, Daniela Santalchè. Un parterre che a zucchero ha fruttato la bella cifra di 300mila euro di ingaggio.

Prima di aprire la danza degli insulti, Zucchero sottolinea come abbia accettato di esibirsi in Costa Smeralda solo per soldi, e che per accattivarsi subito la simpatia dei presenti abbia ringraziato con un (mi state tutti sui coglioni). Poi una signora del pubblico si distrae un attimo con il telefonino e ecco scatenarsi l'ira di Zucchero: inbufalito ferma il concerto e parte con una serie di sinonimi: bagasce, baldracche, zoccole, cassonetti, seguito da un copioso lancio di oggetti reciproco. Finito il lancio e sedati gli animi, il concerto è ricominciato ed è stato grandioso, con gente che ha ballato fino alla fine. Pare che poi che il giorno dopo l'artista fosse in direzione per scusarsi della figuraccia, sottolineando il fatto che: (ero fuori di me). Grande Zucchero, non finisce mai di stupirci.

Video: "Zucchero che insulta il pubblico"

Mystage Festival The Best Band from the Web


Mystage Festival The Best Band from the Web vuole essere il primo tentativo in Italia di proporre band europee selezionate dal mondo virtuale dei blog di Myspace, Tagworld, LastFM. L'evento in questa prima edizione si svolgerà dal 24 al 26 agosto in tre diverse location della Toscana.

Mystage Festival "The Best Band from the Web" vuole essere il primo tentativo in Italia di proporre band europee selezionate dal mondo virtuale dei blog di Myspace, Tagworld, LastFM. L'evento in questa prima edizione si svolgerà dal 24 al 26 agosto in tre diverse location della Toscana.

Come già sta avvenendo fuori dai confini nazionali, la rivoluzione della musica via internet trova spazio anche qui in Italia grazie a questa prima iniziativa che ha come obiettivo quello di mettere a disposizione di 5 band di forte successo nel web (ma comunque escluse dal circuito majors) spazi adeguati per una esibizione live di grande qualità.

L'evento, in questa sua prima edizione si svolgerà dal 24 al 26 agosto 2007 in tre diverse locations della Toscana: Vaglia, Palazzuolo sul Senio, Barberino di Mugello; città unite da una buona vocazione turistica e con una forte attività svolta a favore dei giovani. L'intento è infatti quello di creare un evento di grande qualità, alternativo a quanto già esistente, fornendo quindi una nuova possibilità a tutti quei giovani che creano musica di presentarsi e farsi conoscere al pubblico. E' intenzione dell'organizzazione fare diventare il Mystage Festival un appuntamento fisso da riproporsi di anno in anno.

Diaframma, "Camminando Sul Lato Selvaggio"


Ritorno discografico per Federico Fiumani in arte Diaframma con "Camminando Sul Lato Selvaggio"

Il titolo dell'album è citazione diretta del più grande successo di Lou Reed, "Walk on the wild side", un pezzo che narra storie di personaggi normali che si spingono al limite, valicano i confini della normalità e vanno sul lato selvaggio della vita.

I personaggi di Federico Fiumani somigliano a quelli di Lou Reed: sono persone normali che stanno ai margini di situazioni reali, sul punto della svolta, al vertice di un percorso che può cambiare. Sono situazioni limite, ma prossime alla normalità, a portata di mano.
Le canzoni di Federico sono racconti, aneddoti lucidi e realistici, anche ironici e divertenti principalmente sull'amore e la vita a due, le avventure e le storie serie.

Tra la chitarra e la voce di Federico che forte si carica ed esplode piena nei ritornelli, il disco scorre liscio e conferma i Diaframma come gruppo ancora capace di creare ottime canzoni, nonostante gli anni!
L'estate è vicinissima e, se fate un falò in spiaggia, dovete suonare queste canzoni, sia perchè funzionano bene pure con gli arrangiamenti ridotti all'osso (solo chitarra e voce come la tradizione dei falò d'agosto insegna), sia perchè anche se i vostri amici non le conoscono e non le canteranno, potranno comunque ascoltarle e apprezzarle.

Provate con "Tu fai cantare forte il motore", dove un incidente d'auto si mescola con una storia d'amore, o con "Barbara, 1992" o "Valentina", mentre tenete per voi e per la vostra metà "Grazie davvero" e "Come una droga per me", bellissimi inni d'amore per ogni coppia. (16-07-2007)

Video Story: "Il sogno degli anni '70"



Tracks

1. Tu Fai Cantare Forte Il Motore
2. Io, Sì Proprio Io
3. Grazie Davvero
4. Voglio Svegliarmi Presto
5. Questo Ragazzo
6. Barbara, 1992
7. Valentina
8. Come Una Droga Per Me
9. C'è Un Uomo Là
10. L'orgia
11. Andrea Torna Al Rock
12. Mi Sento Un Mostro

venerdì, agosto 17, 2007

Roy Paci e Aretuska "Suonoglobal"


Roy Paci è uno che ha grande qualità e mestiere, ma poi che li getti via per fare dischi del tutto commerciali come questo. Però "Suonoglobal", non è niente male.
Dovreste provare a sentire la Famiglia Rossi! Insomma un intero movimento di patchankisti che troverà facile eco discografica nei periodi estivi.
Di questo disco riesce a farne una grande operazione di marketing, distribuito da XL, il disco si avvale di una serie di duetti da brividi: da Manu Chao a Caparezza (i migliori), fino a Erriquez Greppi della Bandabardò, con i rapper romani Cor Veleno, con Pau dei Negrita, Raiz, i Sud Sound System.


Il cd è pieno di musica perfetta per l'aiplay, infatti il pezzo con Manu Chao è già diventato una suoneria per telefonino scaricabile da tutti i siti principali. In radio ci stanno a meraviglia. Poi magari verrà il momento di chiedersi cosa vogliano dire i testi. Ma può darsi che siano fissazioni retrò. Il disco suona molto bene e "Toda joia toda beleza" oppure "L'isola dei fessi" o "Mezzogiorno di fuoco" o ancora la revivalistica "Senza di te" così impregnata di musica dei sixties sono brani molto gradevoli. Resta la sensazione dell'ingorgo di parole, ma basta scrollare la testa, bersi una Coca cola, pensare quanto siamo tutti globalizzati e si digerisce ogni cosa.

Insomma, è un prodotto di plastica ma è probabilmente il migliore in circolazione se volete ascoltare musica di questo tipo. "E' meglio la vecchiaia" è un altro buon brano, per quanto molto Erriqueziano. Così come "Toda joia" è molto Manu Chao e "Mezzogiorno di fuoco" sa molto di Caparezza.

Video: "Toda joia toda beleza"



Tracklist

1.Italiano a Barcellona
2.Toda joia toda beleza (con Manu Chao)
3 .Tango mambo jambo (con i Cor Veleno)
4.No quiero nada 5.Giramundo (con Pau)
6.Non te ne andare
7.Mezzogiorno di fuoco (con Caparezza e i Sud Sound System)
8.Siente a mme (con Raiz)
9. Senza di te
10. Prova a ballare
11. L'isola dei fessi
12. E' meglio la vecchiaia (con Erriquez)
13. Searchin' for the sunshine
14. Nella mia terra
15. Beleza

giovedì, agosto 16, 2007

"Van Halen" reunion concerti e nuovo disco


Incredibile!!!dopo tanti litigi, i “Van Halen” si riuniscono finalmente e nella formazione originale. Manca solo Michael sostituito dal figlio di Eddie, Wolfgang.

I nuovi Van Halen, rimettono in moto la macchina rock dopo anni di grandi successi e bruscamente fermata nel 1985, dopo continui litigi e la conseguente decisione di David Lee Roth di intraprendere la carriera solista.

La rock band sarà in tour in autunno assieme a David Lee Roth, per la prima volta da quando lasciò il gruppo oltre 20 anni fa. Roth, 52 anni, ha spiegato durante una conferenza stampa che il tour da 25 date in Nord America sarà precursore di un tour mondiale e anche di un nuovo album. L'idea è di andare avanti. Pensiamo che sia il momento buono stavolta, ha aggiunto Roth.

La reunion di Roth con il chitarrista Eddie Van Halen e suo fratello più grande, il batterista Alex Van Halen, ha riempito le fantasie dei fan della band da quando il cantante se ne andò nel 1985 e fu rimpiazzato da Sammy Hagar. Non si tratterà però di una reunion della formazione originale, famosa per successi come Panama e Runnin' with the Devil, perché il bassista Michael Anthony è stato sostituito dal figlio 16enne di Eddie, Wolfgang.

Interrogato sull'assenza di Anthony, Roth ha detto che questa non si tratta di una reunion, ma di una nuova band. Il tour inizierà il prossimo 27 settembre a Charlotte, in Nord Carolina, e chiuderà l'11 dicembre a Calgary, in Canada. Altre tappe chiave includono Chicago (16 e 18 ottobre), New York (13 novembre) e Los Angeles (20 novembre).

Video: "Dance the Night Away"

Amy McDonald. "This Is The Life”, tra pop e folk


Album di debutto per la 19 enne cantautrice scozzese Amy McDonald.con "This Is The Life”.
In possesso di una voce potente e carica di patos, la giovane Amy snocciola 11 tracce tra la musica cantautoriale con sonorità folk e pop, realizzando un disco piacevole e ricco di buoni spunti.

Nel dubbio della direzione da intraprendere, la cantautrice si muove su territori abbastanza sicuri e già esplorati e lo si capisce subito dalla scelta del singolo: “Mr Rock N Roll” orecchiabile e scorrevole canzone folk pop. Più o meno sulla stessa riga i brani a seguire: “This Is The Life e Poison Prince”, il cd rallenta poi con: “Youth Of Today”, malinconica canzone caratterizzata ma in modo piacevole dalla voce della cantante che ben si sposa con brani di questo tipo. Con “Run” carico di chitarre alla U2, la musica si rimette in moto e continua a correre con: “Barrowland Ballroom” e A Wish For Something More”.

Non per fare a tutti i costi riferimento a qualcuno, ma a tratti, causa la sua voce profonda, ricorda, “KT Tunstall” e a volte in certe ballate “Melanie”, il che mi sembra tutto sommato una buona cosa.

Piacevole debutto quindi e consigliato come compagno in qualche viaggio solitario sulle assolate strade di questi giorni di vacanze estive 2007.
Da mettere in valigia.

Video: “Mr Rock N Roll”



Tracks

1. Mr Rock N Roll
2. This Is The Life
3. Poison Prince
4. Youth Of Today
5. Run
6. Let's Start A Band
7. Barrowland Ballroom
8. L.A.
9. A Wish For Something More
10. Footballer's Wife
11. The Road To Home

lunedì, agosto 13, 2007

Radiohead, nuovo album pronto per novembre


Radiohead, nuovo album a novembre dopo 4 anni di attesa.
Almeno una buona notizia, visto che l'altra novità non entusiasmante per il popolo del rock è che Beyoncé con Justin Timberlake,) in testa alle nominations per gli MTV Awards americani che si terranno a Las Vegas: non ci sono commenti!!!

Ma parliamo del gruppo di culto che ha fatto rinascere ormai tanto tempo fa un po' di speranze sul futuro della musica popolare.

I Radiohead hanno finito il loro settimo disco, dopo quattro anni di silenzio e un album solista di Thom Yorke. Lo ha detto il chitarrista Ed O'Brien in un messaggio sul sito della band.

Sono passati 10 anni da , e i ragazzi ritornano. Hanno dimostrato che c'è spazio per una creativitò non bollita, hanno osato esperimenti che gli altri si guardano bene dal fare. Non hanno un contratto discografico, cosa che - sostengono - li ha parecchio aiutati a liberare la creatività. Potrebbero seguire i passi di Prince, affidandosi a una major per la distribuzione.

Video Story: "No Surprises"

sabato, agosto 11, 2007

Pete Doherty: "Stop alla droga o in prigione"


Un giudice londinese ha dato l'ultimatum al cantante Pete Doherty: "Smettere di drogarsi o andare in prigione". Il cantante dei Babyshambles ed ex ragazzo di Kate Moss si era dichiarato colpevole a luglio di possesso di crack, cocaina, eroina, cannabis e ketamina. Prevista per il 28 settembre l'uscita del secondo disco, dal titolo top secret, che contiene "You talk" scritta dalla Moss.

Il cantautore ha rivelato al Daily Mirror: "Ho scritto questa canzone con Kate mentre eravamo seduti sul letto. Alla fine Kate ha preso in mano il testo e ha cambiato molti dei versi che avevo scritto".

Ma Doherty al momento deve affrontare altri problemi tra cui la sentenza del giudice londinese che non gli lascia tregua. Davinder Lachlar è stato chiaro con lui durante l'udienza a Londra: "Quello che ho in mente è un provvedimento di restrizione della libertà o la prigione; se non mostrerà motivazione nelle prossime quattro settimane finirà in carcere, è semplice".

Il giudice ha anche bocciato come "assolutamente irrealistica" la proposta dell'avvocato del cantante dei Babyshambles Sean Curran, ovvero l'applicaxione di una pena pecunaria. Cosa deciderà di fare il "ragazzaccio" del rock?

Video Story: “Killamangiro”

Earth, Wind and Fire feat.Emotions con il video di “Boogie Wonderland” classico della disco music anni 80


“Boogie Wonderland” per gli Earth, Wind and Fire è la canzone bandiera, il brano che li ha consolidati nel incredibile mondo della disco music.

Con un groove irresistibile di moog bass e cantata da Maurice non era possibile non ballarla e diventò l’autentica dominatrice dell’dance floor. Con “Fantasy”, uscito pochi anni prima, “Stars” dallo stesso disco, “Let's Groove” e “September”, il gruppo dei fratelli White e Philip Bailey, si impose in quegli anni come la migliore band in circolazione e come migliore set live, divertente e pieno di energia.

Uscito nel 1979 il brano era il singolo apripista (espressione dei tempi) dall’album “I AM” uno dei migliori realizzati dalla band in quella decade con “All 'n' All”.

Il ritornello: "I find romance when I start to dance in Boogie Wonderland", con le straordinarie voci di Maurice White e del trio delle Emotions, suonava ripetutamente nelle radio in quei giorni, fino a raggiungere i primi posti delle Bilboard Chart:
seconda nella: R&B #2,
sesta nella: US #6
e quarta nella. UK #4
Il brano vinse anche nel 1980, il Grammy Award per la Best R&B Instrumental Performance.

Video: “Boogie Wonderland”

The Coral "Roots And Echoes” nuovo disco

"Roots And Echoes” quarto album per i cosmici psycho rocker The Coral.Prodotto da Craig Silvey, questo cd contiene una dark e heady mixtura di folk, Merseybeat e psychedelia.

In linea con i precedenti lavori, il gruppo riesce sempre a stupire però per la freschezza delle idee ed a proporre una serie di buone canzoni, a volte semplici, a volte complesse, ma geniali allo stesso tempo. Il sound si rifà ovviamente agli anni 60/70 da dove pescano a piene mani. “Electric Prunes, Small Faces, The Yardbirds e in particolare dai Love di Arthur Lee” e nello specifico, dal loro capolavoro “Forever Changes”. Quindi, amore ampiamente dichiarato.

James Skelly (guitar/vocals), Ian Skelly (drums), Nick Power (organ), Bill Ryder-Jones (guitar/trumpet), Lee Southall (guitar/vocals) and Paul Duffy (bass/sax), selezionano per questo cd 11 tracce dove "Remember Me, Rebecca You e Fireflies " risultano particolarmente riuscite. Da segnalare anche” Jacqueline” perfetta psych-pop song e da manuale anche la chitarra freakout alla fine di "She's Got A Reason" reminiscenza di Johnny Echols di "A House Is Not A Motel", che per un fanatico di Arthur Lee come loro è la dimostrazione che la lezione è stata ampiamente metabolizzata. Il cd include il singlolo 'Who's Gonna Find Me'

Tracks:

1. Who's Gonna Find Me
2. Remember Me
3. Put The Sun Back
4. Jacqueline 5. Fireflies
6. In The Rain
7. Not So Lonely
8. Cobwebs
9. Rebecca You
10. She's Got A Reason
11. Music At Night